Dall’annuncio ufficiale di Call of Duty: WWII non sono passati tanti giorni e già si incomincia a fare delle ipotesi molto suggestive che lo vedono coinvolto in porting per nuove console. Come sicuramente saprete, Call of Duty: WWII è disponibile solamente su PS4, Xbox One e PC. Tuttavia, a breve potrebbe venir sviluppato un porting anche per Nintendo Switch.

E’ questa l’indiscrezione più interessante relativa al gioco. Essa è venuta fuori da un tweet pubblicato da Beenox Interactive, team di sviluppo canadese di proprietà di Activision che in passato ha effettuato diversi porting per le console di Nintendo. Il tweet in questione accende la fantasia di molti:

Tradotto vuol dire: “Abbiamo recentemente ospitato due rappresentanti dell’esercito canadese per parlare della loro esperienza militare e del loro lavoro! COD”. Il tutto potrebbe quindi significare tutto e niente.

Tra i punti a sfavore del possibile porting di Call of Duty: WWII su Nintendo Switch vi è anche la potenza di calcolo. Di fatto, la console di Nintendo non può minimamente competere con la concorrenza e, dal momento che lo sviluppo di Call of Duty: WWII è stato fatto in maniera tale da replicare fedelmente ogni minimo particolare degli ambienti in cui si è svolta la guerra, non crediamo che il gioco possa girare a un frame rate accettabile nonostante tutto quel dettaglio grafico.

Staremo a vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane.