Quando un determinato gioco viene annunciato sia per le piattaforme di Sony e di Microsoft e sia per Windows 10, molto spesso vi è molta paura da parte degli utenti in possesso di un PC da gaming che la versione dedicata a loro non è sviluppata da zero ma è una sorta di porting proveniente dalla versione per PlayStation o per Xbox. Ebbene, sembra che con Destiny 2 non sia proprio il caso.

Attraverso i primi test sembra che l’ottimizzazione della versione PC di Destiny 2 sia ai massimi livelli. Come potete vedere da questo video, l’esperienza di gioco a 1080p e 60 FPS è possibile raggiungerla anche attraverso dell’hadware non proprio di ultima generazione o performante, come ad esempio una CPU Intel Pentium G4560 e una scheda grafica Nvidia GTX 970.

La stessa configurazione hardware permette di raggiungere la risoluzione 4K a un frame rate di 30 FPS che, pur non permettendo una fluidità perfetta, è ancora abbastanza accettabile per una buona esperienza di gioco.

In pratica con tali componenti il titolo garantisce un livello grafico maggiore di quello proposto su Playstation 4 Pro. A questo punto ci viene da chiederci se la versione sviluppata per Xbox One X che gira solo a 30 FPS sia stata sviluppata ottimamente.

Se tutti i titoli pensati per arrivare su sia sulle console da gaming che sui PC venisse sviluppato in questa maniera, le polemiche si placherebbero immediatamente.

Prima di lasciarvi vi vogliamo ricordare che, per i più smaliziati, Destiny 2 potrà contare anche sul supporto a più monitor, alle risoluzioni ultrawide e al multi GPU (SLI). Inoltre, è presente anche il supporto alla tecnologia HDR e a un frame rate sbloccato che può raggiungere fino i 200 FPS.