In seguito al briefing dei risultati finanziari di Nintendo per l’anno fiscale terminato il 31 marzo 2018, il produttore ha pubblicato una trascrizione per la sessione di domande e risposte in cui il presidente Tatsumi Kimishima e Shuntaro Furukawa (che assumerà il ruolo di Kimishima-san dopo il pensionamento) hanno risposto a diverse domande da analisti e investitori.

Furukawa-san ha detto che la sua priorità è accelerare lo slancio di Nintendo Switch e ampliare il business correlato. Allo stesso tempo, c’è anche il problema di espandere il business mobile. Kimishima-san ha spiegato che l’azienda ha realizzato un buon profitto nel precedente trimestre fiscale. Il fulcro delle attività di Nintendo è lo sviluppo di contenuti creativi e la maggior parte degli investimenti deve coinvolgerli.

Detto questo, dal momento che la tecnologia avanza a una velocità incredibile, se Nintendo trova un possibile partner la cui tecnologia è altamente compatibile e adatta ai clienti, si potrebbe prendere in considerazione un investimento. Mentre non c’è nulla di cui parlare su questo fronte al momento, vorrebbe continuare ad esplorare varie possibilità.

Sentiamo anche che la base di clienti per lo Switch si sta espandendo in Asia e in Medio Oriente e il volume delle vendite nella regione definita “altro” (fuori dal Giappone, dall’Europa e dal Nord America) sta certamente aumentando. Ci sono anche aree in cui i clienti possono entrare in contatto con l’IP di Nintendo tramite il mercato mobile. L’obiettivo è di espandersi in Asia, Medio Oriente e Sud America, mentre è ancora difficile dire quanto grande sarà il mercato.

Kimishima-san ha anche spiegato perché ha deciso di ritirarsi, ricordando che il suo ruolo principale era portare la Switch sul mercato e consegnarla ai clienti nel modo previsto. Il suo ruolo secondario era quello di cambiare il sistema esecutivo al fine di eseguire rapidamente i progetti che i membri del management stavano prendendo in considerazione durante la creazione di meccanismi che avrebbero permesso alle nuove generazioni di fare bene. Man mano che l’autorità e la governance sono state delegate sempre di più, i dirigenti più giovani sono stati in grado di gestire l’azienda e raggiungere il successo negli ultimi due anni.

Ora che i vari progetti stanno procedendo bene, Kimishima-san ritiene che sia un buon momento per cambiare, delegare autorità a nuove persone, promuovere un ricambio generazionale e diventare una Nintendo più vivace affidando la responsabilità a nuovi manager.

Via  Fonte