In queste settimane stanno circolando parecchi rumr relativamente alla nuova console da gaming di casa Microsoft che al momento è conosciuta come “Project Scorpio“. Il suo debutto è previsto entro la fine del 2017 e, probabilmente, quasi in contemporanea con il lancio sarà disponibile il gioco DiRT 4.

Stando poi all’ultimo report pubblicato dall’analista Michael Pachter, il “Project Scorpio” avrà un pieno supporto al 4K, sia dal punto di vista multimediale che dal punto di vista del gaming. Tuttavia, egli non lo ritiene un fattore determinante per il successo della console.

Non credo che il supporto totale al 4K sia un aspetto così importante per Project Scorpio nonostante la differenza tra i 1080p e i 4K sia notevole, visto che si parla di 6 milioni di pixel di differenza. E’ come scattare una foto con un iPhone 3 o 4 e confrontarla con una che deriva da iPhone 7.

Secondo il suo parere, a godere a pieno del 4K in ambito gaming sono coloro che sono in possesso di Smart TV di grandissime dimensioni il che, visto il loro costo proibitivo, riduce e di tanto il numero:

La maggior parte dei videogiocatori usa monitor da 32 o al massimo da 55 pollici ma per vedere le reali differenze occorrono schermi da 100 pollici. Scorpio ha inoltre bisogno di una potenza di calcolo enorme per garantire il 4K

Ma se il supporto pieno al 4K non sarà un fattore determinante, che cosa lo sarà? Microsoft ha previsto un catalogo di giochi in esclusiva molto interessanti? Ha previsto un’unione simbiontica con i PC Windows 10? Staremo a vedere che cosa il colosso di Redmond ci riserverà con il suo Project Scorpio.