Valve è uscita notoriamente dallo sviluppo del software negli ultimi anni, concentrandosi invece sulla creazione di hardware e sulla fornitura dell’infrastruttura del proprio servizio Steam. Andando avanti però, sembra che la compagnia sia pronta a concentrarsi nuovamente sulla realizzazione di altri giochi.

Durante un recente evento incentrato sul prossimo gioco di carte ispirato a Dota 2, Artifact, il co-fondatore di Valve, Gabe Newell, ha parlato della società che avanza e di come Artifact non sia l’unico gioco che Valve ha in cantiere. Newell ha detto ai presenti quanto segue:

Artifact è il primo di molti giochi che verranno sviluppati da noi. Quindi è una buona notizia. Evviva! Valve inizierà a spedire di nuovo i giochi.

Newell ha continuato dicendo che non avrebbe rivelato ulteriori dettagli al momento, ma che Valve ha un rinnovato interesse nello sviluppo di hardware e software in tandem l’uno con l’altro. Ha continuato citando Nintendo in particolare e in che modo Valve è sempre stata un po’ invidiosa di loro per essere in grado di destreggiarsi tra hardware e software, creando un tandem perfetto.

Siamo sempre stati un po’ gelosi di aziende come Nintendo. Quando Miyamoto è seduto e pensa alla prossima versione di Zelda o Mario, sta pensando a come sarà il controller, che tipo di grafica e altre funzionalità legate sia al gioco che alla console che lo ospiterà.

Rimaniamo in attesa di avere maggiori informazioni su date e nomi dei titoli in fase di realizzazione nei laboratori di Valve e dei suoi partner.

VIA